PLANTA 2017

Stampa Fine Art su carta Hahnemühle Photo Rag Baryta
Dimensione 50 cm x 73 cm
ed / 5 + 2AP
Certificato di autenticità fotografica

PLANTA

Guardo l’albero secco e pieno di vita, di Barbara Fiorillo, che si staglia sulla terra arida e registro l’affiorare dei miei pensieri che parlano di sguardi che si incrociano.

Ogni fotografo lascia, nelle sue immagini, piccole tracce di sé, impronte, emanazioni della sua persona, messaggi nel vento uniti ai frammenti della propria anima.

A noi spettatori non resta altro da fare che unire tutte quelle che Luigi Ghirri chiamava le tracce di Pollicino, per poter leggere il nostro disegno o, volendo, cercare di scoprire qualcosa in più del suo autore.

Trovare la vita lì dove non te la aspetti; dentro un colore troppo tenue per resistere alle intemperie, su di un cielo che fa fatica a esprimersi e in una terra che sembra non avere più forza per generare altra vita, è un miracolo al quale dovremmo dedicare la nostra attenzione.

In questo miracolo, che non ha tempo e non ha età, c’è il messaggio forte delle nostre vite stanche che si sono sedute su aspettative più grandi di tutti noi.

All’improvviso ti giri e hai davanti agli occhi una scena semplice e forte al tempo stesso: la volontà di non scomparire, nonostante tutte le fatiche affrontate, la capacità di trasformare le avversità in nuove possibilità di rinascita.

Non resta altro da fare che respirare l’odore di questa immagine e far scorrere nuovo ossigeno nelle nostre vene: che abbia inizio una nuova storia.

Federica Cerami
Critica fotografica, Arteterapeuta